Pedro Meyer

Pedro Meyer

Pedro Meyer

Photographer

Pedro Meyer è pioniere e una delle figure più riconosciute della fotografia contemporanea. È stato fondatore e presidente del Consejo Mexicano de Fotografía, organizzatore dei primi tre colloqui di fotografia latino-americani e fondatore del portale web ZoneZero. È stato insegnante, curatore, editore e autore di libri come Tiempos de America, Espejo de espinas e Los cohetes duraron todo el día; innovando nel 1991 con l’uscita del primo CD-ROM audiovisivo, chiamato Fotografío para Recordar.

Pedro-Meyer_002

Il suo libro

Il suo libro Verdades y Ficciones: Un viaje della fotografia documentale alla digitale, edito da Aperture, è stato anche trasformato in un CD, nel 1995, dalle edizioni Voyager. Lo real y lo verdadero, pubblicato da Peach Pitt Press, è stato rilasciato nel 2005. Seagull Press ha pubblicato nel 2011 A Kind of Touching Beauty, una selezione di immagini dagli Stati Uniti che illustrano una serie di saggi del filosofo francese Jean-Paul Sartre.

Si è prefissato un obiettivo apparentemente impossibile: la prima retrospettiva simultanea in tutto il mondo. Questo progetto, chiamato Herejias, è avvenuto nell’ottobre 2008 e consisteva in oltre 60 mostre in più di 17 paesi in tutto il mondo, ognuno dei quali era diverso dall’altro, poiché i curatori erano liberi di scegliere tra 3000 immagini. Questo set di costruire un database del suo lavoro a vita, la compilazione che ha trasformato in Archivo Pedro Meyer. Alla fine, un libro è stato pubblicato da Lunwerg Press, pubblicato nel 2008.

Pedro-Meyer_001

Esposizioni

Il suo lavoro è stato presentato in più di 260 mostre, in importanti musei e gallerie di tutto il mondo, diventando parte di importanti collezioni come quelle del National Art Museum e del Guangzhou Art Museum in Cina; Akron’s Art Museum, Queen’s Museum, Centro internazionale di fotografia, George Eastman’s House, Museo d’arte moderna di San Francisco, Centro per fotografia creativa e California’s Photography Museum, negli Stati Uniti; L’Australian Centre for Photography in Australia; Il Victoria and Albert Museum in Inghilterra; Il Centro Georges Pompidou per le arti in Francia; La Casa delle Americhe a Cuba e il Centro Studi e Archivio della Comunicazione, Università degli Studi di Parma e Comuna di Anghiari, Palazzo Pretorio, in Italia ..

Si è anche sviluppato come conferenziere, parlando di fotografia e nuovi media, in importanti sedi in giro per il Messico e il mondo. È stato un artista residente presso l’Università del Colorado e l’Arizona Western College negli Stati Uniti; e nel centro di studi fotografici a Vigo, in Spagna.

Premiazioni

È stato premiato con una serie di premi e borse di studio, nazionali e internazionali, in onore del suo contributo alla fotografia. A partire dagli anni ’60, il Mexican Photographic Club ha elogiato il suo lavoro, essendo una figura premiata nella Biennale di fotografia messicana. La Cittá di Anghiari, nel 1985, lo premia con il Premio Internazionale di Cultura; La Fondazione Guggenheim nel 1987 gli concesse la borsa di studio; Il Museo della fotografia della California, insieme a Jonathan Green, lo ha elogiato con il National Endowment for the Arts nell’anno del ’93, ed è stato premiato, sotto la categoria di “Visionary”, dai Lucie Awards, 2014. Ha anche ricevuto la prima borsa di studio per un progetto Web dalla Rockefeller Foundation.

Pedro-Meyer_003

La Fondazione

Ha creato, nel 2007, la Fundación Pedro Meyer, contribuendo alla riflessione, interpretazione e ricerca dell’immagine e dei nuovi media. Oggi è a capo della fondazione e lavora ancora come artista, il cui lavoro si occupa di questioni filosofiche ed esplora l’evoluzione delle tecnologie. .

Inaugurato nel 2015, FotoMuseo Cuatro Caminos è un composto che mira a nuove visioni e riflessioni sulla fotografia contemporanea. Le basi di questo spazio sono espositive ed educative, costruite all’interno di una zona istituita come baluardo culturale nella città settentrionale di Città del Messico.

Questo progetto mostra la continua ricerca e le esigenze innovative che hanno guidato Pedro Meyer nel corso della sua carriera fotografica.

Pedro-Meyer_004

Share with:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *