Helmut Newton

Helmut-Newton_003

Helmut Newton

Helmut Newton

Photographer

 

Helmut Newton e’ una delle figure piu’ controverse della fotografia mondiale. Viene introdotto alla fotografia da Elsie Neulander Simon, fotografa berlinese specializzata in moda, ritratti e nudi.
Costretto ad emigrare in Australia dal regime nazista, vivrà poi anche a Parigi, Montecarlo e Los Angeles. Riscosse i primi successi scattando per la versione inglese di Vogue negli anni ‘50, per poi divenire uno dei più importanti fotografi di moda di tutti i tempi.  Raggiunse l’apice della sua carriera a cavallo fra gli anni ‘60 e ‘70, quando divenne una vera e propria celebrità.
A parte le fotografie di moda, sono famosi i suoi ritratti ai grandi personaggi del ‘900.

Ha pubblicato decine di libri ed i suoi lavori sono stati pubblicati in tutto il mondo.
Su Helmut Newton  girano le opinioni più disparate. Per qualcuno è un genio che elevato la fotografia di moda ad arte; per altri è un misogino le cui fotografie hanno oltrepassato i limiti dell’accettabilità.
Lui stesso era consapevole dei giudizi controversi che attirava, e su quell’immagine da cattivo ragazzo ci costruì buona parte del suo personaggio.
Una sua frase, forse la  più famosa, spiega ben l’inclinazione di Newton:

«Bisogna essere sempre all’altezza della propria cattiva reputazione»

La fama di Newton esplose nel mondo della fotografia alla fine degli anni ‘60, quando inizo’ ad introdurre nella fotografia di moda elementi di sado-masochismo, voyeurismo e omessessualita’.
Le donne sono riprese in pose provocanti: si aggirano cariche di tensione erotica attraverso la camera di un albergo; si adagiano su un divano colme di soddisfazione post coitale.

Helmut-Newton_004

Carriera

La sua carriera e’ stata accompagnata dal gusto per la provocazione.  Nel 1974, usci’ il suo primo libro White Women. che ottenne ottenne l’effetto desiderato: una bomba .
A partire dal titolo, accusato di razzismo.

«Ma quale razzismo»
«è un bellissimo titolo, tanto più che non c’è neanche una donna nera in tutto il volume…»

Le sue  modelle sono alte, forti e muscolose, in pratica il prototipo di modella anni ‘80.
Gli scenari che rappresenta riflettono le sue ossessioni repressoe e,  comprensibilmente , non pochi ritengono il suo lavoro degradante per la dignita’ della donna.

Al giorno d’oggi la fotografia di Newton non sembra piu’ cosi’ trasgressiva, in parte perche’ sono cambiati i tempi, in parte anche grazie proprio al suo contributo.
Quello che una volta era considerato politicamente scorretto adesso e’ “porno-chic”.
E’ stato copiato ed emulato cosi’ tante volte che i fotografi contemporanei di successo cercano di evitarlo in tutti i modi.

Helmut Newton aveva capito che piu’ le sue opere erano ambigue, piu’ riuscivano a disorientare l’osservatore, piu’ sarebbero rimaste nella sua memoria. Ha sempre sfidato le convenzioni e lo sguardo dell’osservatore,  talvolta prendendolo in giro, ma sempre con stile ed eleganza.
Nonostante sia stata spesso oscurata dai contenuti, la sua tecnica fotografica e’ sopraffina: luci e composizione sono  praticamente impeccabili.
Insomma, una cosa e’ certa : le foto di Newton sono impossibili da ignorare.

 

Helmut-Newton_007

 

Helmut-Newton_001

 

Helmut-Newton_002

 

Helmut-Newton_005

 

Helmut-Newton_008

 

Helmut-Newton_006