Marco Anelli

Marco Anelli

In fotografi, Fotografi Italiani, news by istantidigitali

Marco Anelli

IT – Marco Anelli è nato a Roma nel 1968. Ha iniziato la sua carriera nel 1986 come fotoreporter per gli sport automobilistici. Marco Anelli

Nel 1992 si trasferisce a Parigi per specializzarsi nella fotografia in bianco e nero e nelle sue tecniche di stampa.

Ha anche collaborato con l’agenzia Presse Sport / L’Equipe.

Nel 1995 ha iniziato quello che è diventato un aspetto del suo lavoro: progetti fotografici che si evolvono lentamente per lunghi periodi di tempo, sviluppati attraverso un impegno prolungato con il suo soggetto.

Le sculture e l’interno della Basilica di San Pietro a Roma sono stati oggetto del suo primo progetto. Lavorando esclusivamente con la luce naturale in diversi momenti della giornata, ha fotografato San Pietro quando è chiuso al pubblico e vuoto. Un libro, L’Ombra e la Luce (Shadow and Light) è stato pubblicato nel 1998, seguito da una mostra mostrata nelle gallerie da Milano a New York.  

Marco Anelli

Marco Anelli portrait

Nel 1997 ha accettato una commissione dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, fotografando i musicisti, i direttori e i compositori che partecipano alle sue stagioni concertistiche di musica classica, in una serie di ritratti intimi catturati durante i momenti privati ​​delle prove.

Questa lunga collaborazione ha prodotto mostre e una pubblicazione, La Musica Immaginata (Imagined Music).

I suoi prossimi progetti si sono concentrati su siti architettonici, tra cui l’architettura modernista della Fiera di Milano, e il restauro della facciata della Basilica di San Pietro.

Ha partecipato a quest’ultimo progetto insieme a Mimmo Jodice e Olivo Barbieri, e il reportage prodotto da tutti e tre i fotografi è stato pubblicato su La Pietra e il Tempo.

Marco Anelli

Marco Anelli

Nel 1998 inizia un nuovo progetto fotografico sul mondo del calcio, fotografando i calciatori durante i principali campionati italiani. Le immagini, catturando momenti di intensa velocità, emozione, energia e abilità fisica, sono state pubblicate nel libro Il Calcio (Soccer) e nel 2001 hanno vinto premi Fuji e Canon.

Nel 2000 ha creato uno studio delle relazioni viste attraverso le creature viventi. Il progetto, intitolato Di Te, 2000 (About you, 2000), ha vinto il Mario Giacomelli Memorial Award nel 2001. L’anno seguente ha iniziato a sviluppare un nuovo capitolo del progetto, che è diventato Di Te, 2004 (About you, 2004 ).

Marco Anelli dal 2005 al 2008 ha insegnato fotografia presso l’Accademia di Belle Arti di Roma.

Nel 2007 ha iniziato Seven Chapters, un progetto basato sull’esplorazione del corpo umano. Il terzo capitolo, dedicato alla pelle, ha preso come soggetto le cicatrici dell’artista Marina Abramovic.

Nello stesso anno l’architettura divenne nuovamente soggetto, in un nuovo progetto intitolato Tetris, che rappresentava i materiali e le strutture dei cantieri attraverso immagini astratte.

Marco Anelli

Nel 2010 ha realizzato il suo importante progetto fotografico durante The Artist is Present di Marina Abramovic al Museum of Modern Art di New York. L’unica persona presente per l’intera durata dell’esibizione di Abramovic (tre mesi / 716 ore), ha fotografato ciascuno dei 1.545 visitatori che hanno preso parte all’esibizione seduti di fronte all’artista.

I ritratti, che hanno catturato i molti diversi momenti di intenso legame emotivo tra il pubblico e l’artista, sono raccolti nel volume Ritratti nella presenza di Marina Abramovic (Damiani Editore). La galleria completa di questi ritratti, presentata dal MoMA su Flickr, ha raggiunto oltre 1,7 milioni di visualizzazioni. 

Marco Anelli

Marco Anelli

Nel 2011, il libro All’Ombra del Duomo (In the Shade of the Cathedral) ha riunito i risultati di un lavoro fotografico di sei anni. Il restauro del Duomo di Milano, osservato dall’impalcatura eretta per le opere, è rappresentato attraverso un dialogo tra l’architettura, le sculture e la vita che la circonda.

Gesti dell’Anima (Gesti dello Spirito) è il suo secondo libro fotografico sulla musica classica, raccogliendo immagini di un periodo di sette anni di lavoro presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Le fotografie, scattate nella sala da concerto vuota durante le prove, articolano la musica classica vista attraverso i gesti e le espressioni dei suoi più grandi interpreti.

L’architettura di New York, i cantieri e i loro lavoratori sono i temi della sua recente ricerca. Nel 2015 ha completato A Simple Story, il suo progetto sulla costruzione del nuovo Whitney Museum of American Art.

Dal 2014 al 2017 ha documentato la costruzione di Magazzino Italian Art, un nuovo spazio artistico che espone Arte Povera a Cold Spring, New York. Le fotografie sono state raccolte nell’Edificio Magazzino (Rizzoli 2017).

Dal 2011 Marco Anelli esplora il personaggio dell’artista e il suo lavoro espressi nel loro studio. Artist Studios a New York è un progetto che guida lo spettatore nel processo creativo di artisti di fama mondiale come Alex Katz, Cecily Brown, Francesco Clemente, Joan Jonas, John Giorno, Julian Schnabel, Lawrence Weiner, Marina Abramović, Matthew Barney, Robert Longo, Urs Fisher, Ugo Rondinone.

L’opera sarà pubblicata da Damiani nella primavera del 2020.

Il suo lavoro più recente è First American Portrait che ritrae gli immigrati negli Stati Uniti

Marco Anelli

Marco Anelli

Marco Anelli portrait
Marina Abramovic artist

Marco Anelli

Marco Anelli portrait
Kiki Smith artist

Marco Anelli

Marco Anelli portrait
Julian Schnabel artist

Marco Anelli

Marco Anelli portrait
Dan Colen artist

Marco Anelli

Marco Anelli portrait
Francesco-Clemente

Marco Anelli

Marco Anelli portrait
Banks Violette artist

Marco Anelli

Marco Anelli portrait
Urs Fisher artist

Marco Anelli

Marco Anelli portrait Joan Jonas artist

EN – Marco Anelli was born in Rome in 1968. He started his career in 1986 as a photojournalist for motor racing sports. In 1992 he moved to Paris to specialize in black and white photography and its printing techniques. He also collaborated with the agency Presse Sport/L’Equipe. Marco Anelli

In 1995 he began what has become an aspect of his work: photographic projects that evolve slowly over long periods of time, developed through an extended engagement with his subject.

The sculptures and the interior of St. Peter Basilica in Rome were the subject of his first project. Working exclusively with the natural light at different times of day, he photographed St. Peter when closed to the public and empty. A book, L’Ombra e la Luce (Shadow and Light) was published in 1998, followed by an exhibition shown in galleries from Milan to New York.

In 1997 he accepted a commission from the National Academy of Santa Cecilia in Rome, photographing the musicians, conductors and composers participating in its concert seasons of classical music, in a series of intimate portraits captured during private moments of rehearsal. This long co-operation produced exhibitions and a publication, La Musica Immaginata (Imagined Music).

His next projects focused on architectural sites, including the modernist architecture of the Milan Fair, and the restoration of the façade of St. Peter’s Basilica. He participated in this latter project together  with  Mimmo  Jodice  and  Olivo Barbieri, and the reportage produced by all three photographers was published in La Pietra e il Tempo (Stone through Time).

In 1998 he began a new photographic project on the world of soccer, photographing soccer players during major Italian championships. The images, capturing moments of intense speed, emotion, energy, and physical skill, were published in the book Il Calcio (Soccer), and  won prizes from Fuji and Canon in 2001.

In 2000 he created a study of relationships seen through living creatures. The project, titled Di Te, 2000 (About you, 2000), won the Mario Giacomelli Memorial Award in 2001. In the following year he began to develop a new chapter of the project, which became Di Te, 2004 (About you, 2004).

From 2005 to 2008 he taught photography at the Academy of Fine Arts in Rome.

In 2007 he began Seven Chapters, a project based on the exploration of the human body. The third chapter, dedicated to the skin, took as its subject the scars of the artist Marina Abramovic.
In the same year architecture became the subject again, in a new project titled Tetris, which portrayed the materials and structures of building sites through abstract images.

Marco Anelli

In 2010 he carried out his major photographic project during Marina Abramovic’s The Artist is Present at the Museum of Modern Art in New York. The only person present for the entire duration of Abramovic’s performance (three months/716 hours), he photographed each of the 1,545 visitors who took part in the performance sitting in front of the artist. The portraits, that captured the many different moments of intense emotional connection between the public and the artist, are collected in the volume Portraits in the Presence of Marina Abramovic (Damiani Publisher). The complete gallery of these portraits, presented by the MoMA on Flickr, has reached over 1.7 million views.

 

In 2011, the book All’Ombra del Duomo (In the Shade of the Cathedral) brought together the results of a six year-long photographic work. The restoration of Milan Cathedral, observed from the scaffold erected for the works, is depicted through a dialogue between the architecture, the sculptures and the life surrounding it.

Gesti dell’Anima (Gestures of the Spirit) is his second photographic book on classical music, collecting images from a seven year period of work at the National Academy of Santa Cecilia. The photographs, taken in the empty concert hall during rehearsals, articulate the classical music as seen through the gestures and expressions of its greatest interpreters.

New York’s architecture, building sites, and their workers are the subjects of his recent research. In 2015 he completed A Simple Story, his project on the construction of the new Whitney Museum of American Art. From 2014 to 2017 he documented the construction of Magazzino Italian Art, a new art space exhibiting Arte Povera in Cold Spring, NY. The photographs were collected in Building Magazzino (Rizzoli 2017).

Marco Anelli

Marco Anelli

Since 2011 Marco Anelli has been exploring the character of the artist and their work as expressed in their studio. Artist Studios in New York is a project that leads the viewer into the creative process of worldwide famous artists such as Alex Katz, Cecily Brown, Francesco Clemente, Joan Jonas, John Giorno, Julian Schnabel, Lawrence Weiner, Marina Abramović, Matthew Barney, Robert Longo, Urs Fisher, Ugo Rondinone. The work will be published by Damiani in the spring of 2020.

His most recent work is First American Portrait which portrays immigrants in the United States right after their Oath Ceremony, when they become American citizens. The project is being carried on in major US cities and aims to include new citizens from every country of the world.

Marco Anelli lives and works in New York City.

Marco Anelli

Marco Anelli

Marco Anelli portrait
Kiki Smith artist

Marco Anelli